giovedì 11 marzo 2010

Ritiro spirituale: le foto

Sabato scorso si è svolto a Firenze il ritiro spirituale quaresimale organizzato dal Coordinamento Toscano "Benedetto XVI". All'iniziativa hanno partecipato oltre quaranta fedeli provenienti da tutta la Toscana, col alcune presenze dall'Emilia-Romagna e dalla Liguria. Assai nutrita la presenza di giovani tra i venti e i trent'anni, ad ulteriore riprova di come la liturgia e la spiritualità tradizionale incontrino sempre più il favore dei fedeli. Offriamo ai lettori alcune foto delle funzioni liturgiche che hanno avuto luogo nel corso del ritiro.






1 commento:

Anonimo ha detto...

Grazie per la bella notizia circa la partecipazione al ritiro quaresimale, di questi tempi una quarantina di persone è già una conquista.Le immagni che ci avete regalato sono bellissime.Conosco la chiesa di Ognissanti perchè, transitando casualmente da Firenze, ho partecipato alla Santa Messa VO celebrata magistralmente dai Francescani dell'Immacolata. Il rito antico si scioglieva in un canto di lode a Nostro Signore e si spandeva per tutta la chiesa. Le opere d'arte del sacro edificio sono magnifiche e non mi basterebbe una giornta per descriverle, ma quello che mi ha fatto più impressione è stata l'armonia che si era creata tra la celebrazione del Santo Sacrificio e il luogo in cui veniva celebrato. Mi sento di dover manifestare la mia gratitudine e il mio elogio a questa comunità francescana che ha saputo far rivivere così degnamente la nostra tradizione. Nella chiesa di Ognissanti amore per i sacri arredi, ordine e pulizia regnano sovrani, si nota come ci sia rispetto per il Padrone di casa. Sono contenta per la buona riuscita del ritiro quaresimale. Nella ia parrocchia quando in consiglio pastorale avevo proposto ritiro e meditazione mi è stato risposto che "..no, non è più di moda ". Beh, vedete voi ...Alla luce di queste nuove ideee ultramoderniste ho pensato bene di autosospendermi dal cp anche perchè durante la messa qui non si risparmiano mattoni, attrezzi da giardino e simili, la fantasia non ha confini. Ho peccato di superbia perchè pensavo di poter convincere qualcuno ad introdurre durante la Santa Messa anche solo qualche accenno alla nostra tradizione liturgica, invano. Devo ammettere che la pazienza e la speranza sono virtù difficili da esercitare. Lo Spirito vola dove vuole ...chissà...Comunque Christus vincit!
Isa