giovedì 4 febbraio 2010

Siena: Messa in suffragio per i Martiri delle Foibe.

.


Militia Templi
Christi pauperum Militum
-
Ordo Milizia del Tempio
Ordine dei poveri Cavalieri di Cristo


(Persona Giuridica secondo il Codice di Diritto Canonico ed il Codice Civile Italiano)

Non nobis, Domine, non nobis...



COMUNICATO STAMPA

Siena – Chiesa di S. Donato Santa Messa per i Martiri delle Foibe

Mercoledì 10 Febbraio alle ore 18,00 nella Chiesa di San Donato a Siena (piazza dell’Abbadia) verrà celebrata una solenne Santa Messa di requiem in rito tridentino a suffragio dei Martiri delle Foibe.

L’iniziativa, presa dall’Ordine della Milizia del Tempio e dal Comitato provinciale “10 Febbraio”, si inserisce nelle celebrazioni della “Giornata del Ricordo” soffermandosi sull’aspetto spirituale di questa grande tragedia italiana al culmine della seconda guerra mondiale: i Cavalieri del Tempio, con tutti coloro che si uniranno al ricordo dei Martiri senza spirito di vendetta e fidando nella giustizia divina, dopo le dimenticanze di quella umana, pregheranno a suffragio delle anime di queste vittime di una delle peggiori ideologie che l’umanità abbia mai subito, il comunismo, e alla quale sono da imputarsi persecuzioni, torture ed uccisioni di milioni di persone in tutto il mondo.
Caduti, almeno apparentemente, i regimi comunisti in Europa, oggi molti potranno capire meglio la coraggiosa condanna del comunismo da parte del Papa Pio XII nel 1949, aggravata dal Beato Giovanni XXIII nel 1959.

***

Mercoledì 10 Febbraio alle ore 18.00

Chiesa di San Donato
piazza dell’Abbadia
Siena

SANTA MESSA PRO DEFUNCTIS NELLA FORMA STRAORDINARIA
in suffragio dei Martiri delle Foibe


2 commenti:

Caterina63 ha detto...

Invocazione per le vittime delle Foibe
di Mons. Antonio Santin Vescovo di Trieste
1959



O Dio, Signore della vita e della morte, della luce e delle tenebre, dalla
profondità di questa terra e di questo nostro dolore noi gridiamo a Te.

Ascolta, o Signore, la nostra voce.



Noi siamo venuti qui per innalzare le nostre povere preghiere e deporre i nostri fiori, ma anche per apprendere l'insegnamento che sale dal sacrificio di questi Morti. E ci rivolgiamo a Te, perché Tu hai raccolto l'ultimo loro grido, l'ultimo loro respiro.



Questo calvario, col vertice sprofondato nelle viscere della terra, costituisce una grande cattedra, che indica nella giustizia e nell'amore le vie della pace.



Ebbene, Signore, Principe della Pace, concedi a noi la Tua pace. Dona conforto alle spose, alle madri, alle sorelle, ai figli di coloro che si trovano in tutte le foibe di questa nostra triste terra, e a tutti noi che siamo vivi e sentiamo pesare ogni giorno sul cuore la pena per questi Morti, profonda come le voragini che li accolgono.



Tu sei il Vivente, o Signore, e in Te essi vivono. Che se ancora la loro purificazione non è perfetta, noi Ti offriamo, o Dio Santo e Giusto, la nostra preghiera, la nostra angoscia, i nostri sacrifici, perché giungano presto a gioire dello splendore del Tuo Volto.



E a noi dona rassegnazione e fortezza, saggezza e bontà. Tu ci hai detto: "Beati i misericordiosi perché saranno chiamati figli di Dio, beati coloro che piangono perché saranno consolati", ma anche beati quelli che hanno fame e sete di giustizia perché saranno saziati in Te, o Signore, perché è sempre apparente e transeunte il trionfo dell'iniquità.

Stefano78 ha detto...

Amen