martedì 5 maggio 2009

Campocavallo e la gioia del piccolo Beniamino.

Gli amici di Campocavallo festeggiano un loro chierichetto che ha ricevuto la sua Prima Comunione nella liturgia che ha imparato a servire con tanto entusiasmo.

.
.

Domenica 3 maggio 2009 ore 16,45 ha ricevuto la sua Prima Comunione il piccolo Beniamino, ministrante puntuale della Messa nel rito romano nella forma straordinaria che ogni settimana si celebra nel Santuario di Campocavallo di Osimo. Ha celebrato Padre Matteomaria Lombardi dei Francescani dell’Immacolata e il turiferario era il fratello di Beniamino, Leonardo, studente delle scuole medie superiori. Nella foto con i cantori e l’organista, anche il piccolo Lorenzo e il suo papà, Cristiano, che ha servito tutto il Triduo Pasquale. (AC)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Vorrei ringraziare la Redazione di Rinascimento Sacro, che si distingue sempre per eleganza e sensibilità verso la linea liturgica del nostro amatissimo Papa, per questo splendido servizio.
Un ringraziamento doveroso va ai Francescani dell'Immacolata, rettori del bellissimo Santaurio osimano di Campocavallo, che tanto si adoperano per la celebrazione quotidiana e festiva della Santa Messa nel rito gregoriano.
Il nostro gruppo si è arricchito di un nuovo ministrante che viene da lontano : Chandana, originario dello Sri Lanka, studente alle scuole supoeriori.
Chandana ha avuto modo di conoscere il 3 settembre 2006 il suo connazionale l'Arcivescovo Mons. Albert Malcolm Ranjith Patabendige Don, Segretario della Congregazione per il Culto Divino, quando venne a Tolentino per riaprire e consacrare l'Altare della Chiesa della frazione di Regnano.
In molti ci stupimmo come l'importante Vescovo di Curia avesse accettato l'invito del Parroco di Regnano di solennizzare la riapertura della bella chiesa di campagna, chiusa da quasi dieci anni.
Sua Eccellenza Mons. Albert Malcolm Ranjith Patabendige Don anche in quell'occasione ha dato mostrato tanto affetto verso la gente più umile di campagna invitando tutti di volgere il loro sguardo al Crocifisso ed all'Altare, che allieta la nostra giovinezza.
Un episodio che rimarrà impresso nella memoria della gente di quella semplice frazione rurale.
Che il Signore ci doni santi Sacerdoti che ci insegnino ad amare sempre più Cristo e la Sua unica Chiesa !
Andrea Carradori

Caterina63 ha detto...

Beato Beniamino ^__^

Anonimo ha detto...

Sono anche contento che, grazie alle Vostre preghiere, da oggi il confratello Fernando, padre di Chandana e di altri due bimbi, ha ripreso a lavorare regolarmente in fabbrica.
Deo gratias !
Andrea