mercoledì 6 maggio 2009

Amorth: il nuovo Rituale degli Esorcismi è un pasticcio.

.
San Benedetto domina sul diavolo


di Mario Girardello


Il principale compito del demonio è far credere di non esistere!” ricorda spesso il padre.
“Lo Spirito Santo regge la Chiesa – dice padre Gabriele Amorth intervistato da Stefania Consoli per la rivista “ECO”, e le porte dell’inferno non prevarranno; ma è vero anche che la Chiesa deve rendersi conto che l’inferno è una realtà che minaccia la vita dei fedeli e quindi deve prendere i giusti provvedimenti per proteggere i suoi figli”
Purtroppo non è sempre così. Continuna padre Amorth:
“Da tre secoli la Chiesa Latina, al contrario della Chiesa Ortodossa e di varie confessioni protestanti, ha quasi del tutto abbandonato il ministero esorcistico. Abbiamo interi episcopati contrari agli esorcismi, così come ci sono intere Nazioni prive di esorcisti, come l’Austria, la Svizzera, la Spagna e il Portogallo. Una carenza spaventosa! Quando un sacerdote viene nominato Vescovo assume anche l’autorità assoluta di nominare degli esorcisti. Purtroppo, non accade quasi mai che un Vescovo abbia assistito ad almeno un esorcismo…”
Un giorno arrivò all’orecchio di Giovanni Paolo II l’incredulità di alcuni Vescovi all’esistenza del demonio; egli rispose secco: “Chi non crede nel demonio non crede nel Vangelo!”.

Altro dramma, per padre Amorth, è stata la revisione e traduzione richiesta dal Concilio Vaticano II del Rituale esorcistico. Revisione, quindi, non rifacimento! Ecco alcune carenze derivate dal rifacimento:
“Al punto 15 si parla dei malefici e di come comportarsi. Il maleficio è un male causato ad una persona ricorrendo al diavolo. E può essere fatto in diverse forme: fatture, malocchi, voodoo, macumba. Il Rituale romano spiegava come bisognava affrontare ogni singolo maleficio. Il nuovo Rituale, invece, afferma che c’è proibizione assoluta di fare esorcismi in questi casi. Assurdo! - continua padre Amorth – i malefici sono di gran lunga la causa più frequente delle possessioni e dei mali procurato dal demonio: non meno del 90%. E’ come dire agli esorcisti di non operare più! Al punto 16 si afferma che non si possono fare esorcismi se non c’è la certezza della presenza diabolica. MA LA CERTEZZA CHE IL DEMONIO SIA PRESENTE IN UNA PERSONA SI HA SOLO FACENDO L’ESORCISMO!!”
Tutto lascia pensare che alla revisione del Manuale non hanno partecipato degli esorcisti. Successivamente la Chiesa ha rimediato a questo “incidente di percorso” decidendo di non imporre l’uso del nuovo Rituale e permettendo agli esorcisti di avvalersi del vecchio Rituale Latino facendone richiesta al proprio Vescovo.

Altra buona abitudine persa, si lamenta padre Amorth, è quella di benedire tutto: le case, le scuole, i mezzi di comunicazione…
"Gesù stesso ci ha insegnato una preghiera di liberazione nel Padre nostro: Liberaci dal Maligno, liberaci dalla persona di Satana. In italiano è stata tradotta in modo erroneo, ed ora si prega dicendo: Liberaci dal male. Si parla di un male generico, di cui in fondo non si sa l’origine. Invece, il male contro cui nostro Signore Gesù Cristo ci aveva insegnato a combattere è una persona concreta: è Satana!” – spiega il padre.
Anche la Madonna a Medugorje ha molte volte esortato a combattere il Maligno:
“Cari figli! …Satana è forte e desidera distruggere non solo la vita umana, ma anche la natura e il pianeta su cui vivete” (25 gen 1991)
“Vi invito ad impegnare il combattimiento contro Satana attraverso la preghiera. Conoscete già le sue trame, ed egli intensificherà la sua azione” (08 ago 1985)

“Solo con la preghiera vincerete l’influsso di Satana, dovunque siate” (07 ago 1986)

“…Pregate, incessantemente. Pregate di più, così Satana verrà allontanato da qui…” (05 set 1985)

“Se pregate, Satana non può intralciarvi minimamente perché voi siete figli di Dio e Lui tiene il Suo sguardo su di voi. Pregate, la corona del Rosario sia sempre nelle vostre mani come segno per Satana che appartenete a Me” (25 feb 1988)
“Tutte le lotte di Satana – conclude padre Amorth – possono avere solo dei risultati parziali. Certo, il demonio può vincere anche delle battaglie importanti. Mai la guerra!”

Fonte

4 commenti:

Caterina63 ha detto...

Dal 2000 Padre Amorth denuncia questo rituale...

e già diceva:

Padre Amorth, finalmente è pronta la traduzione italiana del nuovo Rituale per gli esorcisti.

GABRIELE AMORTH: Sì, è pronta. L’anno scorso la Cei aveva rifiutato di approvarla perché c’erano errori di traduzione dal latino. E noi esorcisti, che dovremmo utilizzarla, avevamo approfittato per segnalare ancora una volta che su molti punti del nuovo Rituale non siamo d’accordo. Il testo base in latino resta immutato in questa traduzione. E un Rituale tanto atteso alla fine si è trasformato in una beffa. Un incredibile legaccio che rischia di impedirci di operare contro il demonio.



il resto sta qui:
http://www.preghiereagesuemaria.it/sala/intervista%20a%20padre%20amorth.htm

bedwere ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bedwere ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bedwere ha detto...

Hic invenietis precem adversus satanam angelosque apostaticos quam scripsit Papa Leo XIII:

http://www.preces-latinae.org/thesaurus/Angeli/StMLeoXIII.html